Biography

Davide Marengo is a director of films, tv series, music videos, advertisements, short films and documentaries.

He is currently working on the post production of the TV series “Sirene”, produced by Cross Productions for Rai Uno, that tells the story of a family of mermaids in search of a runaway triton who has taken refuge in Naples. The series stars Luca Argentero, Valentina Bellé, Mariapia clone, Ornella Muti, Denise Tantucci, Michele Marrone and Massimo Gallo among others.

In 2014 he released the film ”Un fidanzato per mia moglie” (A boyfriend for my wife) a remake of the argentinian “Un novio para mi mujer”. Produced by ITC Movie and Rai Cinema, and distributed by 01. The film is a romantic commedy starring Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri, Geppi Cucciari. It is the story of a couple’s crisi in which the man attempts rather clumbsily resolve the situation by paying a disreputable playboy to help him leave his wife .

The lithium conspiracy” (also known as “A short story of long betrayals”, from the title of the homonymous book by Tullio Avoledo from which it is taken) is a thriller filmed in 2011 in Rome, Turin, London, Bolivia and Columbia. It is the story of a provincial lawyer who finds himself catapulted into the middle of international intrigue involving the illegal exploitation of the planet’s enegry resources. Starring: Guido Caprino, Carolina Crescentini, Maya Sansa, Philippe Leroy, Ennio Fantastichini, Flora Martinez. The film was presented at the Courmayeur Noir Festival of 2012 and at various international festivals.

In 2007, he directed “Notturno Bus” (Night bus), a film noir comedy with actors, Giovanna Mezzogiorno, Valerio Mastandrea and Ennio Fantastichini. The film was nominated for “Best New Director” at the David di Donatello Awards 2007 and won the award for “Best Original Song” by Daniele Silvestri. The film participated in many film festivals around the world, won several awards and it was also distributed in China dubbed into chinese.

For WildSide he directed in 2010 “Boris 3″, the italian cult series broadcast on Fox TV, Rai 3 and Netflix, which tells the comic misadventures of a television set. The protagonist is the director Renè Ferretti (Francesco Pannofino), accompanied by his troupe of endearing characters in desperate search of a “quality” that seems impossible to get on TV.
The guest stars of the third season are Laura Morante, Filippo Timi and Paolo Sorrentino. Marengo for this series wons the Flaiano Prize 2011 for the best TV direction.

In  2009 it aired on italian Rai Uno his first tv series “Commissario Manara“, 12 episodes starring Guido Caprino. The series, a crime comedy, is one of the best-selling Rai Fiction abroad.

In 2009, he filmed 2 crime tv movies for Rai Due: “Little Dream“, based on the story by Massimo Carlotto (premiered at the Festival of fiction Rome 2010) and “Neve sporca” (Dirty snow) based on the story by Giancarlo De Cataldo presented to Courmayeur Noir film festival 2010.

At the Venice Film Festival 2007, Davide Marengo and co-director Dario Baldi presented the rockumentary “Dall’altra Parte della Luna” about the Italian rock band Negramaro, which was produced by Caterina Caselli’s SUGAR Production.

In 2005, Marengo directed the film “Craj“, a documentary about popular music in Puglia and their most renowned artists. It was awarded with the “Lino Miccichà” prize for best first film at the Venice Film Festival 2005, won the first prize at the “Libero Bizzarri” Festival, arrived second at the Italian Cinema Festival of Paris and was nominated for “Best Documentary” at the Nastri dԁgento 2006.

Marengo directed the music videos “Fiori d’arancio” and “L’ultimo bacio” by Carmen Consoli (the latter won the Italian Music Award), and “Mi persi” by Daniele Silvestri in 2007. “Cade la pioggia” by Negramaro and Jovanotti, as well as “Ricordati di me” by Negramaro were both co-directed with Dario Baldi.

Biografia

Davide Marengo è regista di film, serie tv, documentari, videoclip e pubblicità.

Nasce a Napoli nel 1972, vive a Roma dove inizia molto giovane a lavorare come fotografo. Come regista inizia girando numerosi backstage di film (tra questi quelli diretti da Salvatores, Muccino, Wertmuller) e realizzando 3 corti in pellicola, “Shit!”, “Dead train” e “La stretta di mano”, distribuiti nei cinema e premiati in numerosi festival internazionali.

Nel 2005 realizza per il cinema “Craj”, un documentario sulla musica popolare pugliese e sui suoi protagonisti ottuagenari (Uccio Aloisi, Matteo Salvatore e i Cantori di Carpino) raccontanti nei loro luoghi di origine. Il film, tratto dallo spettacolo di e con Teresa De Sio e Giovanni Lindo Ferretti, è prodotto da Gianluca Arcopinto, ha partecipato a diversi festival internazionali ed è stato premiato al Festival di Venezia 2005 (Giornate degli Autori) col premio “Lino Miccichè” miglior opera prima, ha vinto il 1° premio al festival “Libero Bizzarri”, è arrivato 2° al Festival di Cinema Italiano di Parigi, è stato candidato ai Nastri d’Argento 2006 “Miglior documentario uscito in sala”.

Il suo esordio nel cinema di finzione è “Notturno bus”, uscito nei cinema nel 2007. E’ una commedia noir interpretata da Giovanna Mezzogiorno, Valerio Mastandrea, Ennio Fantastichini, Francesco Pannofino e Roberto Citran. Prodotto da Emme e Rai Cinema, distribuito dalla 01, “Notturno bus” è accolto positivamente dal pubblico e da molta critica, è stato candidato al David di Donatello 2007 e ai Nastri d’Argento 2008 come “Miglior esordio”, ha vinto il David di Donatello come “Miglior canzone” di Daniele Silvestri, ha partecipato a numerosi festival internazionali, vinto premi ed è stato venduto in diversi paesi stranieri tra cui, fatto insolito per il cinema italiano, ad Hong Kong e in Cina, dove il film è stato distribuito e doppiato in cinese.

Nel 2007 presenta al Festival del cinema di Venezia l’evento speciale della sezione Orizzonti, il rockumentary “Dallaltrapartedellaluna”, un originale ritratto dei Negramaro, la popolare band salentina (realizzato da Marengo in coregia con Dario Baldi), ambientato tra gli studi di registrazione di San Francisco, le strade del Salento e il palco dell’anfiteatro di Taormina.

Nel 2009 Marengo gira per Rai Due, 2 film tv della serie Crimini: “Little dream”, tratto da un racconto di Massimo Carlotto, premiato al Festival della Fiction di Roma 2010, e “Neve sporca”, tratto da un racconto di Giancarlo De Cataldo, presentato a Courmayeur Noir in Festival 2010.

Nel gennaio 2009 su Rai Uno va in onda, registrando ottimi ascolti e replicato più volte negli anni, “Il commissario Manara”, la serie tv in 12 episodi interpretata da Guido Caprino e Roberta Giarrusso. La serie ha partecipato in concorso internazionale al Roma Fiction Festival 2008 ed è stata tra le serie italiane più vendute nel mercato estero.

Nel maggio del 2009 Marengo realizza come fotografo un ampio reportage sulla crisi dei mutui negli Usa, firmato da Beppe Severgnini per il Corriere della Sera Magazine.

Per Wild Side ha diretto nel 2010 “Boris 3”, la serie di culto in onda su Fox Tv, Rai 3 e Netflix, che racconta le disavventure di un set televisivo in chiave satirica ma non così irrealistica. Il protagonista è il regista Renè Ferretti (Francesco Pannofino), accompagnato dalla sua troupe di personaggi irresistibili (tra questi Caterina Guzzanti, Pietro Sermonti, Antonio Catania, Paolo Calabresi), alla disperata ricerca di una “qualità” che sembra impossibile da ottenere in tv. Guest star sono Laura Morante, Marco Giallini, Filippo Timi e Paolo Sorrentino. Per questa serie Marengo ha vinto il Premio Flaiano 2011 per la miglior regia televisiva.

Nel 2011 gira il film per il cinema “Breve storia di lunghi tradimenti”, tratto dall’omonimo romanzo di Tullio Avoledo, un movimentato thriller girato tra Roma, Torino, Londra, Bolivia e Colombia e prodotto da Emme e Rai Cinema.

Presentato al Courmayeur Noir in festival 2012 e in diversi festival internazionali, è la storia di un avvocato di provincia che si trova catapultato in un intrigo internazionale legato allo sfruttamento illegale delle risorse energetiche del pianeta. Con Guido Caprino, Carolina Crescentini, Maya Sansa, Philippe Leroy.

Nel 2013 Marengo dirige per il cinema “Un fidanzato per mia moglie”. Prodotto da ITC Movie e Rai Cinema e distribuito da 01 nel marzo del 2014, il film è una commedia romantica interpretata da Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri, Geppi Cucciari, Dino Abbrescia, Ale e Franz. E’ la storia di una crisi di coppia in cui l’uomo tenta maldestramente di risolvere la crisi assoldando un playboy poco affidabile, per aiutarlo a lasciare la moglie.

E’ attualmente impegnato nella post produzione della serie tv “Sirene”, prodotta dalla Cross Productions per Rai Uno, che racconta la storia di una famiglia di Sirene in cerca di un tritone scappato dal mondo marino e rifugiatosi a Napoli. Tra i protagonisti Luca Argentero, Valentina Bellè, Mariapia Calzone, Ornella Muti, Denise Tantucci, Michele Morrone, Massimiliano Gallo.

Negli anni realizza diversi videoclip musicali per artisti come Carmen Consoli, Daniele Silvestri, i Negramaro, e pubblicità per Breil, Telecom, Mastercard.

Filmografia

2016 – SIRENE (serie tv)
2014 – UN FIDANZATO PER MIA MOGLIE (cinema)
2011 – BREVE STORIA DI LUNGHI TRADIMENTI (cinema)
2010 – BORIS 3 (serie tv)
2009 – LITTLE DREAM (film tv)
2009 – NEVE SPORCA (film tv)
2008 – COMMISSARIO MANARA (serie tv)
2007 – DALLALTRAPARTEDELLALUNA (doc)
2006 – NOTTURNO BUS (cinema)
2005 – CRAJ (doc cinema)
2002 – LA STETTA DI MANO (short)
1997 – DEAD TRAIN (short)
1995 – SHIT! (short)